CASA CORAZZA

GRADO
CIVIDALE
LE GROTTE
ISOLA DELLA CONA
PALMANOVA
TRIESTE
GEMONA
VILLA MANIN


CIVIDALE

La sua storia, i suoi documenti, la sua posizione ed i suoi paesaggi e, perché no, le impareggiabili specialità enogastronomiche rendono Cividale un unicum nel territorio regionale. Ecco perché gli amanti della cultura, della quiete e del buon vino si troveranno a proprio agio percorrendo questo itinerario, attraverso le vie del centro cittadino oppure lungo le valli del Natisone.  Arroccata sulle rive del fiume Natisone, Cividale del Friuli ha sviluppato e mantenuto intatta nei secoli un'impronta nobile e austera: degna di una capitale dalla grande importanza strategica, segnata e arricchita dal passaggio di popoli stranieri quali Longobardi e Franchi. Si parte alla scoperta della città iniziando dal cuore del suo centro storico: piazza del Duomo. Qui si trovano il palazzo Nordis e l’imponente palazzo dei Provveditori Veneti, che ospita oggi il Museo Archeologico Nazionale: quest’ultimo offre una preziosa occasione di capire a fondo il complesso periodo storico durante il quale numerose furono le invasioni da parte di quei popoli comunemente definiti “barbari”. Imboccando corso Mazzini, la principale via cittadina, ci si immergerà sempre di più nell'anima antica di Cividale, fino a piazza Paolo Diacono, quotidianamente animata dal pittoresco mercato delle erbivendole.
Lasciando la piazza e perdendosi un po’ tra le vie, passando accanto alle possenti mura di fortificazione che racchiudono le maestose porte della città, si giunge alla chiesa di San Francesco, ubicata nella piazza omonima, il cui esterno non lascia presagire la bellezza dell'interno.
Ritornando sui propri passi, alle spalle del Duomo, l'aria che si respira sa di antiche eco longobarde, qui più che mai. Poco lontano, tra l'incanto del verde sulle mura, si arriva al famosissimo Tempietto Longobardo, l'espressione più alta dell'alto Medioevo occidentale.
Davanti all'edificio dell'VIII secolo, il bellissimo panorama sul Ponte del Diavolo e sul Natisone, che scorre tra le pareti profonde e scoscese. Via Monastero Maggiore, dal caratteristico acciottolato irregolare, conduce direttamente all'Ipogeo Celtico, curioso e interessante complesso di grotte artificiali, scavate a diversi piani e raggiungibili con ripide ma suggestive scalinate.

 

Casa Corazza, Via S. Zili, 3 - 33051 Aquileia  Tel.: 0431/918913 Fax: 0431/917294                 webmaster- Massimo De Donno